News

Ucraina: la guerra è anche resistenza ecologica.

Ucraina – ora la battaglia è per salvare la natura minacciata Il Parco Nazionale dell’Ucraina Priazovskii incarna i problemi che affliggono le aree naturali del mondo, scrive Dimiter Kenarov: finanziamenti inadeguati, l’aumento del livello dei mari, fiumi aridi, l’inquinamento industriale e la caccia illegale.. per non parlare della guerra. Ma la vera battaglia è interiore: ‘Se non facciamo questo, allora chi lo farà’ ? E’ una giornata ventosa sulla riva

Radioimmaginaria: Radiocampo Agosto 2014 Greenteen

Radioimmaginaria è un progetto di radio interamente gestito da giovani e giovanissimi, l’unica radio di adoloscenti in Italia. Quest’anno radio immaginaria ha lanciato il suo “Eroe” contro la società dello spreco e del rifiuto con il suo GREENTEEN 2014 L’eroe di Radio Immaginaria è : “INNOVATION HERO! Questo nostro nuovo amico rappresenta una rivoluzione di pensiero, una rivoluzione ideologica e sociale! Dobbiamo darci da fare per far sì che la

Politiche di pedonalizzazione delle aree urbane europee: Amburgo

Amburgo si sta impegnando fortemente nella riduzione dei veicoli nel centro città. Quasi la metà della seconda città della Germania è costituita già di aree verdi, parchi, giardini , piazze, cimiteri e impianti sportivi, è da questo che Amburgo parte prevedendo in un futuro di collegare due grandi aree verdi a nord e a sud con piste ciclabili e percorsi pedonali linkati alle altre parti della città. Piani verdi per

Birra Corona e l’Hotel ecologico

Al di la delle considerazioni sull’opportunismo dell’impresa nello sfruttare la “green culture”, è innegabile un sempre più forte orientamento all’ecologia da parte di molti brand, che è sicuramente indice di una diffusione sempre maggiore di una sensibilità ecologista nei consumatori. Ecco un bell’esempio: La Corona extra da pochi anni promuove una campagna ecologista per la sensibilizzazione alla salvaguardia delle spiagge. L’obbiettivo del progetto è: Preservare le spiagge d’Europa in pericolo. Recupereremo

Il governatore di Fukushima: ‘Riavviare la centrale nucleare è inconcepibile’

Oggi il presidente della Tepco, Masataka Shimizu, ha incontrato il governatore della prefettura di Fukushima,  Yuhei Sato, per presentare le sue scuse in una cerimonia ufficiale (Nella foto) nella sede del governo della prefettura. Si tratta del primo incontro tra i due dall’11 marzo, il giorno del terremoto/tsunami che ha dato il via all’interminabile catastrofe nucleare di Fukushima Daiichi. Shimizu, e durante un cerimoniale molto giapponese ha detto: «Mi  rammarico

Tutti i “NO” al nucleare secondo Legambiente

…. Il nucleare non serve all’Italia. Oggi ancor più di 23 anni fa, il nostro Paese deve puntare sull’informazione e l’educazione al risparmio energetico, sull’efficienza e sulle fonti energetiche davvero pulite e sicure, nel rispetto delle valenze ambientali e storiche dei territori. Questo il messaggio lanciato stamane a Roma dal Comitato “Fermiamo il nucleare, non serve all’Italia” nel quadro della mobilitazione “Cento Piazze per il Clima” e in occasione dell’anniversario